DETECTIVE CONAN

DETECTIVE CONAN

Shinichi Kudo è un liceale di sedici anni (diciassette nel corso della serie) e, nonostante la giovane età, è un abilissimo investigatore che spesso collabora con la polizia, risolvendo casi molto intricati. Grande fan di Sherlock Holmes, sogna di emularne le gesta e di diventare lo Sherlock Holmes del terzo millennio. Un giorno, recatosi con l'amica d'infanzia Ran Mori a un parco divertimenti, assiste in prima persona a un sanguinoso caso di omicidio sulle montagne russe, riuscendo poco dopo a risolverlo e a smascherare il colpevole. Prima di tornare a casa, presenzia a uno scambio di una ingente somma di denaro tra due uomini; uno di loro è membro di una misteriosa Organizzazione criminale ed è vestito completamente di nero. Preso da ciò che stava accadendo davanti ai suoi occhi, Shinichi non si accorge dell'arrivo alle sue spalle di un altro affiliato, e finisce col venire scoperto e catturato; essendo un testimone scomodo, i due uomini si convincono di ucciderlo somministrandogli un veleno sperimentale chiamato Apotoxin-4869 (APTX 4869). Il farmaco tuttavia ha un effetto ben diverso sul giovane: lo ringiovanisce di dieci anni. Riuscito a sfuggire ai rapitori, Shinichi si rifugia dal vicino di casa, il professor Hiroshi e, seguendo il consiglio di quest'ultimo, decide di nascondere la propria identità ai conoscenti, onde evitare la possibile scoperta da parte dell'Organizzazione della sua reale sorte. Per questo motivo alla domanda di Ran sull'identità dell'oramai divenuto bambino Schinichi, egli inventa sul momento il nominativo di Conan Edogawa, prendendo spunto da due libri di Arthur Conan Doyle e Ranpi Edogawa che scorge sulla libreria di casa. Il professor Agasa suggerisce al ragazzo di trasferirsi a casa di Ran e di suo padre, Kogoro Mori, un detective di seconda mano.Da questo momento in poi Conan risolverà tutti i casi che verranno affidati a Kogoro, o con cui verrà a contatto assieme ai suoi nuovi amici (forma con essi la squadra dei Detective Boys). Non potendo destare sospetti sulla sua identità, ogni volta addormenterà il detective (o chi per lui) utilizzando un orologio-lancia aghi anestetici e userà un papillon che ne imiterà la voce; suddetti oggetti sono creati e forniti dal professor Agasa, ideatore anche di altri strumenti utili a Conan nella varie indagini.